La foglia artificiale che produce ossigeno utilizzando l'acqua e l'anidride carbonica. August 01 2014

Giuliano Melchiorri, studente inglese del Royal College of Art, ha creato un prototipo di foglia che è in grado di effettuare la fotosintesi clorofilliana. Progettata durante un corso di ingegnerizzazione di design dell'innovazione del Royal College of Art in collaborazione con la Tuft University. La foglia di Melchiorri è composta da cloroplasti vegetali sospesi in una matrice fatta con la proteina della seta. Il risultato, spiega Melchiorri, è un materiale fotosintetico che vive e respira come una foglia. Pensata per produrre ossigeno durante i viaggi nello spazio può essere anche utilizzata per ripulire l'aria in ambienti ad alta concentrazione di anidride carbonica, come rivestimento per i grandi edifici delle grandi metropoli.

Anche il team di ricercatori del MIT guidati da Daniel G. Nocera, professore di Energia al Massachusetts Institute of Technology, già nel 2011  aveva messo a punto una particolare foglia artificiale in grado di generare energia pulita replicando il processo della fotosintesi clorofilliana. La foglia in questione ha la particolare caratteristica per la quale, una volta a contatto con l’acqua, è in grado di separare idrogeno e ossigeno per poi conservarli all’interno di una speciale cella combustibile di cui è dotata, in modo da permetterne un utilizzo per la produzione di energia elettrica pulita. Utilizzando materiali economici  lega di nichel, molibdeno e zinco per creare la prima faccia di questa foglia artificiale. La seconda, è una specie di sandwich, è fatta di cobalto. La foglia artificiale di Nocera deve essere immersa nell'acqua ed esposta al sole per funzionare. Il sole, in pratica, proprio come nelle piante vere con la fotosintesi clorofilliana, fornisce l'energia necessaria a dare il via ad una reazione chimica che divide l'acqua in ossigeno e idrogeno. Tanto che, quando funziona, la foglia immersa nell'acqua fa le bollicine. L'idrogeno è quello che serve poi per produrre energia, esattamente come avviene oggi per le normali celle a combustibile che alimentano alcune auto elettriche. Con la differenza che, fino a oggi, l'idrogeno delle celle veniva prodotto o dal metano, in raffineria, o dall'acqua, con il sistema dell'elettrolisi. In entrambi i casi per produrre l'idrogeno bisognava usare sempre più energia di quanta ne producesse poi l'idrogeno stesso bruciando. Con la foglia di Nocera cambia tutto e, con materiali comuni e poco costosi, si può produrre energia gratis partendo dall'acqua.

Leggi anche: Su Ecoliving, lo shop dell'ecodesign, il design si fa sempre più green

I Depuratori CactusNext purificano l'aria dalle polveri sottili e abbattono i batteri 

SolarRoad, in Olanda la prima pista ciclabile al mondo che produce energia pulita.

In Olanda le ferrovie saranno alimentate solo con energia eolica.

Le strade di Rotterdam saranno realizzate in plastica riciclata.

Nel mare olandese iniziano i test di pulizia dalla plastica di The Ocean Cleanup di Boyan Slat

Carboon Engineering il muro che trasforma l'inquinamento in combustibile.