Free Electric, la cyclette che genera energia pulita per tutta la casa October 09 2015

Manoj Bhargava è un miliardario filantropo statunitense di origine indiana che ha realizzato Free Electric, una bicicletta stazionaria che con un'ora di pedalata accumula energia elettrica per ventiquattro ore. Pensata per i tre miliardi di persone che nel mondo non hanno elettricità. Le prime diecimila unità saranno distribuite in India all'inizio dell'anno prossimo. Bhargava spiega che la bicicletta ha un funzionamento semplice, un costo entro i 100 dollari, è facile da riparare in caso di bisogno e genera energia pulita, evitando anche il rischio di rimanere senza elettricità durante i blackout. La speciale bici trasforma l'energia generata dalla pedalata in elettricità, che viene a sua volta immagazzinata in una batteria; che dopo un'ora di pedalata garantisce un intera giornata di energia elettrica. La bici in futuro sarà distribuita anche in altri paesi, è uno dei progetti del laboratorio Stage 2 Innovations Lab dell'imprenditore, dove un centinaio di ingegneri lavorano anche al Rain Make, progetto che trasforma acqua di mare o inquinata in acqua potabile e adatta all'agricoltura , e al Renew dispositivo medico per migliorare la circolazione sanguigna.

 

I tre progetti illustrati in Billion in Change, documentario centrato sulle proposte innovative per risolvere i problemi del mondo, una chiamata all'azione che punta a dimostrare la fattibilità di dare soluzioni concrete ad alcune delle grandi questioni del pianeta. Diventato miliardario grazie a un energy drink, Bhargava ha annunciato l'intenzione di donare il 99% dei suoi averi. "Se si dispone di ricchezza, è un dovere aiutare chi non ne ha", spiega il filantropo nel documentario. "La consapevolezza non riduce l'inquinamento e non fa crescere il cibo. Per fare ciò occorre agire". L'obiettivo, sottolinea, è "fare la differenza nella vita delle persone, non solo parlarne". Questa è la missione di Billions in Change. Semplici tecnologie già inventate che possono davvero fare la differenza. "I progetti non hanno bisogno del vostro denaro ma della vostra voce. Parlando ai vostri amici, leader civili e social network di soluzioni reali ai problemi più urgenti del mondo, aiuterete il movimento ad andare avanti". Barghada conclude dicendo:“Ci sono più di sette miliardi di persone nel mondo, e dobbiamo affrontare grandi sfide che riguardano tutti. Chi ha di più deve aiutare le persone che hanno avuto meno, e dobbiamo agire ora”.

Leggi anche: Su Ecoliving, lo shop dell'ecodesign, il design si fa sempre più green

Leggi anche: In India sarà costruito il più grande impianto fotovoltaico del mondo

Leggi anche: In India verranno piantati 2 miliardi di alberi dando lavoro a 300mila giovani disoccupati

Leggi anche: Johan Eliash, il milionario che ha comprato 200mila ettari di Amazzonia per preservarla.

Leggi anche: Bike Wasching Mascine, la lavatrice sostenibile a pedali

Leggi anche: Le lampade solari WakaWaka aiutano le popolazioni in difficoltà di tutto il mondo