Nel mare olandese iniziano i test di pulizia dalla plastica di The Ocean Cleanup di Boyan Slat June 30 2016

Finalmente sono cominciati i primi test per ripulire gli oceani dalla plastica da parte di The Ocen Cleanup di Boyan Slat. Il 22 Giugno 2016 la prima prova in mare dell'innovativo sistema di pulizia del giovane inventore, a 23 km al largo della costa olandese, nel Mare Del Nord. L'obiettivo è quello di verificare e monitorare il funzionamento e la resistenza del sistema con condizioni meteorologiche estreme. Come afferma Boyan Slat:"Quella zona registra le tempeste più forti del Pacifico, perciò se resiste qui, può resistere ovunque". Ecco perché è stato scelto il Mare del Nord per il primo test del prototipo, dove rimarrà per un anno. La tecnologia The Ocean Cleanup fa uso di barriere galleggianti ancorate ai fondali che agiscono come una costa artificiale, e passivamente catturano la concentrazione di detriti del mare senza danneggiare la flora e la fauna degli oceani. Il sistema è alimentato dalle correnti naturali dell'oceano. Boyan Slat, CEO e fondatore di The Ocean Cleanup, ha dichiarato: "Questo è un giorno storico sul cammino verso oceani puliti. Un esito positivo di questo test dovrebbe metterci sulla buona strada per distribuire il primo sistema pilota operativo alla fine del 2017". Egli osserva inoltre che un test di successo non significa necessariamente che il prototipo sopravviverà. "Stimo una probabilità del 30% che il sistema si rompa, ma in entrambi i casi sarà un buon test". Il ministro dell'Ambiente olandese Sharon Dijksma ha detto: "The Ocean Cleanup è un esempio ispiratore di come si possa affrontare il crescente problema dell'inquinamento marino. Spero che con l'aiuto del governo olandese, il prototipo di Boyan si rivelerà essere la soluzione di successo per ripulire le spirali medio-oceaniche. Ciò è fondamentale per evitare danni permanenti all'ambiente e vita marina, a causa della degradazione e frammentazione dei rifiuti plastici". Peter Berdowski, CEO di Boskalis, presente all'inaugurazione, ha dichiarato: "E' stato stimolante lavorare con The Ocean Cleanup. Ora che tutto è pronto, non vediamo l'ora di passare alla fase successiva, davvero emozionante, con il trasporto e l'installazione della barriera. Auguro a Boyan e alla sua squadra di avere successo per il loro viaggio verso un oceano senza plastica". Noi di Ecoliving seguiamo con molto interesse la storia e l'impegno di Boyan Slat da qualche anno e ne abbiamo già parlato precedentemente anche in altri articoli, come "Dal 2016 sarà possibile ripulire gli oceani grazie all'inventore ventenne Boyan Slat" e "Ripulire gli oceani è possibile, grazie all'inventore diciannovenne Boyan Slat". E' ammirevole l'impegno e l'inventiva di belle persone come Boyan Slat e di altri come lui, che cercano di trovare soluzioni ai danni causati all'ambiente e all'uomo da parte dell'attuale sistema produttivo. Sarebbe bello se tutti noi, ognuno a suo modo, cercassimo di prevenire, invece che curare i danni, attuando stili di vita più sostenibili e consapevoli, in modo da poter migliorare il presente e riuscire a donare un futuro migliore alle generazioni che verranno dopo di noi.

Di Manuel Scuri - Fonti The Ocean Cleanup

Leggi anche: Su Ecoliving, lo shop dell'ecodesign, il design si fa sempre più green

Leggi anche: Warka Water, L'albero della vita che trasforma l'aria in acqua.

Leggi anche: Scarpe Adidas create in stampa 3D con la plastica recuperata dai mari.

Leggi anche: Le scarpe ecologiche che si producono con il riciclo dei rifiuti.